Login  

   

MONDOVI’

 

 

 

Il Monregalese è una terra di confine e di incontro che si è sviluppata allo stesso tempo sull'impronta della cultura alpina del territorio occitano, percorso e unito dalle antiche "vie del sale", e sull'esperienza artistica, scientifica ed economica che ha caratterizzato nei secoli l'intero Piemonte, disegnando contesti urbani d'arte e d'architettura unici al mondo. Il territorio che circonda la città di Mondovì custodisce punti di particolare pregio artistico e di interesse naturalistico

Mondovì nacque nell'anno 1198. Nel 1388  fu elevata a Diocesi ed ottenne il Rango di Città. Nel XV secolo entrò definitivamente a fare parte dello stato Sabaudo come capoluogo di una delle 12 province e nei secoli successivi rimase protagonista dei principali episodi della storia europea ed italiana, fra cui la battaglia Napoleonica di Mondovì del 1796.

Ma la storia di Mondovì è soprattutto storia culturale ed artistica. Sede universitaria dal 1560 al 1719 (e anche oggi dal 1990), la Città ha visto nel XV e XVI secolo il fiorire dell’editoria e successivamente della produzione e decorazione della ceramica.

Dopo il primo assetto di età medievale la città ha conosciuto un nuovo sviluppo artistico ed urbanistico che ha fatto di Mondovì una delle più preziose testimonianze del barocco piemontese, ad opera principalmente dell’architetto Francesco Gallo.

Mondovì mantiene anche oggi un’evidente suddivisione in rioni ed antichi borghi che costituiscono un complesso sistema di centri storici (Piazza, Breo, Carassone e Borgato).

 

Tuttavia ha innanzitutto vissuto le pagine più antiche della propria storia nel centro storico di Piazza, il borgo antico nella parte alta della città, luogo ospitale e accogliente, pronto ad offrire i propri spazi di arte, di natura e di tradizione...

...così Mondovì vuole presentarsi a turisti e visitatori ed a chi vuole conoscerla non resta che procurarsi il tempo. Una passeggiata alla scoperta di Mondovì Piazza si snoda attraverso i vicoli stretti che conducono alla piazza storica ed i loro tesori.

ceramica

L’antico borgo di Piazza dal profilo inconfondibile movimentato da torri e campanili è arroccato sul colle entro mura medievali. Meritano di essere visitate le sue antiche chiese, la Cattedrale di San Donato, la Chiesa di S. Francesco Saverio, l’Oratorio di S. Croce e il Vescovado , che fu sede dell’Università fino al Settecento. Una passeggiata gratificante e ricca di spunti artistici conduce fino al giardino del Belvedere dominato dalla possente ma slanciata Torre Civica; da questo punto panoramico lo sguardo può davvero spaziare su tutto il Piemonte, dalle Alpi Liguri alle Marittime, alle Cozie, al Gran Paradiso fino ai monti di Lombardia. Mondovì è altresì famosa per il suo artigianato locale.

 In particolare per le sue raffinate ceramiche decorate a mano che riportano il caratteristico "gallo", emblema della ceramica monregalese.

 

Per saperne di più: il sito ufficiale del Comune

 

   

Quanti siamo

Abbiamo 45 visitatori e nessun utente online

   

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione. Informativa - Cookies policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori informazioni